Miki Carone

Atelier Blu, Studio d'Arte Contemporanea

“Voglio la Luna! Voglio la Luna!” gridavo con le lacrime agli occhi: era la richiesta prepotente e assillante che da bambino facevo ai miei genitori quando di sera la vedevo brillare nel cielo mentre ci passavamo davanti in auto sul lungomare di Bari. Era l´insegna al neon di un ristorante sul mare che oggi non esiste più:Verdeluna. Poco più in alto, brillava nel cielo la luna vera, ma chi la guardava più?! Io volevo la mezzaluna artificiale al neon. Per me era molto più bella! Questo ricordo d´infanzia è diventato “Vogliolaluna”: dal basso è spuntata una scala, come simbolo del desiderio. Questa lunga scala non dà un senso di sicurezza, non poggia per terra, ma nasce dal profondo del mare blu, con l´equilibrio improbabile, precario e instabile delle onde e dei sogni

VOGLIOLALUNA

2003 - mosaico, vetro ottone - cm 80x60
Collezione Marina Addante, Bari